Autonomia auto elettriche: le ultime buone notizie per gli appassionati

Quella dell’autonomia delle auto elettriche resta una delle questioni che più appassiona i nostri lettori, così come ormai milioni di consumatori interessati a risparmio, autonomia ed efficienza.

Per fortuna, l’industria delle macchine alimentate ad energia elettrica compie continuamente dei passi da gigante, permettendo anche agli automobilisti più titubanti di poter considerare l’acquisto di un mezzo di ultima generazione senza tutti i grattacapi i termini di praticità che, in passato, questa scelta poteva comportare.

Vediamo allora insieme perché conviene sempre di più acquistare un’automobile elettrica e perché l’autonomia auto elettriche non è più un problema.

Autonomia sempre maggiore

La prima grande buona notizia è, appunto, relativa all’autonomia dei mezzi alimentati ad energia elettrica.

Se è vero che in passato era necessario fermarsi abbastanza di frequente per poter riportare la carica della propria auto al 100% oggi è possibile, con un pieno, raggiungere facilmente una media di almeno 250 km nel caso dei modelli più economici e quasi 400 per quelli più avanzati.

Prestazioni, quindi, del tutto paragonabili a quelle di un mezzo alimentato a benzina, diesel o GPL, perfette sia per guidare in città che per fare viaggi e gite fuori porta senza avere la minima preoccupazione di rimanere a secco da un momento all’altro.

Tempi di ricarica sempre più brevi

Un altro grande vantaggio è quello dei tempi necessari per ricaricare la propria auto elettrica.

Anche in questo caso, l’obiettivo delle case automobilistiche che propongono modelli elettrici è stato quello di rendere questi mezzi di ultima generazione del tutto paragonabili alle loro controparti “tradizionali”, cercando quindi di ridurre al minimo anche il tempo della ricarica.

Un pieno, al momento, può portare via un massimo di 20 minuti – ciò vuol dire che, nell’ipotesi in cui vogliate fare un lungo viaggio a bordo della vostra auto elettrica, basterà prendersi di tanto in tanto una sosta per poter rimettersi al volante in tutta sicurezza.

Giusto il tempo di sgranchirsi un po’ le gambe e sarete pronti per riprendere il vostro viaggio, senza dover nemmeno aspettare in coda per essere serviti dal benzinaio.

Torrette di ricarica sempre più diffuse

Ci sono buone notizie, inoltre, anche dal punto di vista delle possibilità di ricarica: negli ultimi anni, è sempre più comune trovare una torretta per la ricarica della nostra auto elettrica un po’ dovunque e non solo nelle classiche stazioni di rifornimento.

Basterà infatti guardarsi intorno per trovare in tutta facilità una postazione dove ricaricare la nostra auto in maniera davvero comoda, anche in pieno centro urbano.

Se da una parte, infatti, è sempre più difficile trovare un benzinaio in pieno centro – la tendenza, in molte città italiane, è quella di spostare le stazioni di rifornimento fuori dai centri abitati – il discorso si inverte nel caso delle torrette di ricarica, che vengono installate sempre di più in luoghi di interesse commerciale e turistico.

Ciò significa che ricaricare la propria auto elettrico non è solamente sempre più veloce ma anche più pratico.

Costi sempre più bassi

Infine, è importante sottolineare che l’acquisto di un’auto elettrica si presenta come sempre più vantaggioso non solo dal punto di vista dell’efficienza e della sostenibilità ambientale, ma anche da quello puramente economico.

Il crescente interesse del mercato europeo (e, di riflesso, italiano) nei confronti di questi mezzi ha fatto sì che sempre più aziende producano questo tipo di vetture, creando così un mercato competitivo e sempre più vantaggioso a livello di prezzi per il consumatore.

In altre parole, comprare un’auto elettrica non è più qualcosa riservato ai più benestanti ma, al contrario, una scelta ormai alla portata di tutti.